La storia del vigneto

Siamo partiti, pochi anni fa, con l’obiettivo di produrre un vino che fosse espressione del territorio, del nostro gusto e della nostra cultura e, soprattutto, un vino sincero e “naturale”, in tutti i sensi del termine: naturale perché racconta il suo luogo di origine, le caratteristiche della terra stessa e il carattere delle uve, naturale perché ottenuto con metodo artigianale e senza alterazioni, tramite la rifermentazione in bottiglia che raffina gli aromi con il tempo.

Per riuscirci, ci siamo certificati biologici e abbiamo impiantato un nuovo vigneto, in modo che, fin dal suo nascere, la vite potesse essere curata e protetta nel modo più attento possibile: dalla potatura alla vendemmia, ogni pratica agricola è fatta a mano e impostata sull’osservazione della pianta e sulla interpretazione delle informazioni che ci trasmette.

Non ci siamo fermati qui, però.

Il vino

Curiamo la vigna secondo il disciplinare biologico e vi applichiamo i principi dell'agricoltura biodinamica. Le nostre uve, nere e bianche, sono tipiche del nostro territorio. Produciamo vini naturali, rifermentati in bottiglia e a ridotto contenuto di solfiti. Vinifichiamo in maniera naturale e senza filtrare, per preservare al massimo l'espressione naturale delle uve delle nostre terre.

 

Dalle uve Barghi, Maestri, Marzemino e Grasparossa otteniamo Lambro, il nostro rosso frizzante;

Dalle uve Spergola e Malvasia otteniamo Gola, il nostro bianco frizzante.

13892307_609251229262211_220966233578326

La salute delle nostre piante e, più in generale, della nostra terra, è legata alla creazione di biodiversità, un atto difficile da mettere in pratica in un contesto monocolturale. E’ in questa ottica che i nostri obiettivi si sono fatti più ambiziosi e abbiamo puntato alla creazione di un organismo agricolo più complesso. Sono così nati: il nostro orto biologico, dove coltiviamo numerose orticole con tecniche volte all’aumento della fertilità del terreno e della popolazione di microorganismi benefici, i nostri campi coltivati con varietà antiche di grano tenero e grano duro, per il recupero della digeribilità e delle qualità organolettiche del grano, e, infine, le nostre famiglie di api, le guardiane del delicato equilibrio su cui si regge questo ricco microambiente che è diventata l’azienda. La creazione di condizioni favorevoli alle viti, in termini di fertilità, diversità, ricomparsa di insetti e uccelli utili, presenza di boschi e siepi di protezione, ecc., le rinforza, le rende più resistenti nei confronti delle condizioni climatiche di questi anni e delle malattie più tipiche, permettendoci di ridurre il ricorso ai trattamenti, e, speriamo, longeve come si vedeva una volta.

Ecco quindi come siamo diventati viticoltori-orticoltori, e oggi possiamo offrirvi una gamma di prodotti di qualità, dagli ortaggi al miele, dalle salse al pane agricolo, ognuno dei quali è in qualche modo presente nelle nostre bottiglie.

IMG-20191017-WA0005.jpg
2019-09-11 20.48.14 2130770799033012841_